Archivi categoria: Curiosità

Cagando: la parodia di Bailando di Enrique Iglesias

Bailando di Enrique Iglesias sta spopolando in tutto il mondo e il web si scatena con cover e parodie. Una di queste è la simpatica Cagando, ideata e cantata da un gruppo di YouTuber spagnoli.

Come la versione originale, anche questa parodia entra in testa e si canticchia… quando si va di corpo.

#chelamusicasiaconvoi

Annunci

La voce e il bicchiere: cover di Royals di Lorde

Questa ragazza è un genio. Nonostante il video inizi con alcune papere della sua performance, questa ragazza fa una cover di Royals degna di nota. Con un bicchiere di plastica crea la base e si dà il ritmo, con la sua voce canta magnificamente la canzone di Lorde. Assolutamente da vedere/ascoltare!

 

Chris Martin & Gwyneth Paltron si sono separati

«Con il cuore pieno di mestizia abbiamo deciso di separarci. Abbiamo cercato di far andare la nostra storia per più di un anno, a volte insieme, a volte separati, per vedere se era possibile riavvicinarci. Siamo però giunti alla conclusione che sebbene ci amiamo, resteremo separati»,
In questo post intitolato “Conscious uncoupling” sul suo Continua a leggere Chris Martin & Gwyneth Paltron si sono separati

Pitbull: ma quanti soldi ha?!

Sono passati cinque anni da I Know You Want Me (Calle Ocho) di Pitbull, il tormentone estivo che ha segnato una svolta nella carriera del cantante di Miami. Da quel momento in poi il suo nome sarà difficile da dimenticare, perchè altro non si sente nel mondo discografico. Featuring, collaborazioni e produzioni… dal 2009 ad oggi il vero tormentone è stato il cantante e non la canzone in sè. Famoso per il suo motto “Mr. World Wide” e suoi urli alla “country man”, la vita travagliata di Pitbull ha trovato la retta via e dunque ci si chiede quanto
abbia guadagnato in questi cinque anni. Tra le canzoni diffuse in Italia e quelle ascoltate all’estero si contano 18 brani di Pitbull  e ben 57 (cinquantasette?!) pezzi in cui ha collaborato, per un totale di 75 canzoni dal 2009 (canzone più, canzone meno). Calcolando che per ogni canzone ha guadagnato in media 230mila dollari, mentre per i featuring circa 134.000$, le sue entrate corrispondono a quasi 12milioni didollari dal 2009.
Da notare il fatto che il guadagno per le collaborazioni è minore, ma avendone fatte di più gli ha portato un notevole profitto, non solo perchè nel fare un featuring si impiega meno tempo a registrare, ma anche perchè facendo più collaborazioni si ha maggior probabilità che una di queste canzoni abbia successo senza tanto impegno.
Inoltre sappiamo anche che la sua We are one è stata scelta come canzone per i mondiali, e sappiamo bene come questo tipo di canzone abbia un successo assicurato. Insomma lo scopo di Pitbull è far sì che si senta costantemente la sua voce… in qualche modo! Più che un cantante, si potrebbe definire un esperto di marketing. Il miglior comfort con Samsung Galaxy Tab 3 7.0 3G. Solo su redcoon ad un prezzo PICCANTE! 

Addio a Lou Reed

E’ morto ieri 27 ottobre 2013 il cantante dei Velvet Underground. L’annuncio è stato dato dalla rivista Rolling Stone, senza spiegarne le cause. Si sapeva comunque che aveva avuto problemi di salute in quanto nel maggio scorso era stato sottoposto ad un trapianto di fegato.
71 anni. Una vita dedicata al Rock. Lou Reed muore lasciando non un segno, ma un solco nella storia della musica. La sua voce incolore, l’immagine dell’Angelo del male, le sue esperienze personali (Reed venne sottoposto ad una terapia di elettroshock nel 1956 che avrebbe dovuto curare la sua bisessualita’, all’epoca considerato un disturbo psichiatrico. Esperienza su cui nel 1974 scrisse la canzone Kill Your Sons) hanno reso Lou Reed un poeta del genere rock, non un semplice cantautore. Inoltre era un polistrumentista e grazie alle sue abilità nel suonare la chitarra, il cantante passerà alla storia con la tecnica “Ostrich Guitar”, un particolare utilizzo della chitarra elettrica sperimentato nell’album Velvet Underground & Nico.
Il musicista si avvicina alla musica negli anni ’60 quando frequentava l’università: si appassiona al Rock’n’roll, al Rhythm and Blues, suona la chitarra in gruppi studenteschi e nel 1961 conduce un programma radiofonico notturno di una stazione radio di New York. Sempre a NY lavora come compositore in una piccola casa discografica Pickwick Records e pubblica il suo primo singolo The Ostrich, una parodia delle musiche ballabili dell’epoca da lui composta. Nel 1966 fonda i Velvet Underground insieme a John Cale. Il loro primo album è stato promosso da Andy Wahrol, che ne disegna la copertina raffigurante una fallica bananache poteva essere sbucciata. Il gruppo diventa simbolo di New York. Lou Reed era il maggior autore dei testi dei Velvet Underground ed è per questo che è famoso come poeta. Tra le sue canzoni più famose si ricordano Perfect dayWalk on the wild sideSunday morningDopo i Velvet Underground ha continuato la sua carriera da solista. Il suo ultimo album, Lulu, in collaborazione con i Metallica, è uscito nell’ottobre 2011. La sua vita era costellata di alti e bassi, con uso di droghe ed esaurimenti nervosi. ma nonostante ciò la sua musica non è andata mai in discesa, ma sempre in salita: tormentata, riflessiva, profonda. Tutto questo è stato Lou Reed.

Tutte le guest stars musicali ne I Simpsons

Oltre ad essere la serie animata piú longeva della Tv (più di 500 puntate!), I Simpsons battono il record per il maggior numero di apparizioni di guest star (doppiatori e personaggi famosi disegnati). Tra questi ci sono molte star del mondo della musica: Matt Groening ha disegnato le più famose star musicali e ha fatto apparire loro in diverse puntate della serie, come protagonisti o in un breve cameo. Ecco la lista completa delle musical guest star e la puntata in cui compaiono (nella lista non sono state prese in considerazione le stars che hanno doppiato personaggi straordinari):

 


Tony Bennett – St. 2, Ep. 5: Tony Bennett ferma i coniugi Simpsons giusto il tempo di cantare la theme song di Capitol City.

Ringo Starr – St. 2, Ep. 18: Da adolescente, Marge sogna di diventare una pittrice e fa ritratti del suo beniamino Ringo Starr. Un giorno decide di inviare una tela a Ringo per chiedere il suo parere, ma non riceve alcuna risposta. Marge, demoralizzata, abbandona il suo sognoha dato il suo sogno. Anni dopo Marge ottiene risposta, poichè Starr si imbatte nel suo lavoro, mentre legge vecchie lettere dei fan. Ringo Starr quindi è protagonista della puntata.


Aerosmith – St. 3, Ep. 10: Con la ricetta segreta di Homer, il bar di Boe diventa uno dei più noti pub di Springfield, attirando così artisti come gli Aerosmith.

Sting – St. 3, Ep. 13: Bart inventa una storia di un ragazzino caduto in un pozzo. Sting per la carità di quel bambino incide il singolo “Mandiamo il nostro amore nel pozzo” e va lui stesso nel pozzo a cercarlo.

Spinal Tap – St. 3, Ep. 22: I Spinal Tap fanno un concerto in città, ma non sono sicuri di essere a Springfield.

Tom Jones – St. 4, Ep. 7: Mr. Burns rapisce il cantante in un disperato tentativo di conquistare l’amore di Marge.

Linda Ronstandt – St. 4, Ep. 9: Barney ha un incredibile successo come spazzaneve e incide un jingle con Linda Ronstadt, facendo un bagno nella vasca idromassaggio.

Barry White – St. 4, Ep. 20: Barry White aiuta a liberare Springfield dai serpenti.

David Crosby – St. 4, Ep. 21: David Crosby appare come sponsor di Lionel Hutz.

Red Hot Chili Peppers – St. 4, Ep. 22: Quando Krusty è sostituito da Gabbo, i Red Hot Chili Peppers appaiono per annunciare uno speciale dello show di Krusty.


Queen – St. 4, Ep. 16: Homer ricorda quando ha iniziato a bere birra, cantando “17 anni avevo, dell’ottima birra bevevo, dell’ottima birra bevevo… un documento falso con me portavo, Brian McGee mi chiamavo e la notte i Queen ascoltavo, 17 anni avevo…”. Dunque Homer ripensa al passato e si vede un poster dei Queen nella sua camera, essendo loro fan.

Bette Midler – St. 4, Ep. 22: La Midler appare nella parodia della sua apparizione nell’episodio finale del The Tonight Show di Johnny Carson.


George Harrison – St. 5, Ep. 1: Homer, vedendo George Harrison, si stupisce non di avere incontrato uno dei Beatles, ma perchè ha in mano un brownies. Così George aiuta Homer a trovare il vassoio dei brownies alla festa dopo la serata dei Grammy.

The Ramones – St. 5, Ep. 4: I Ramones suonano nel giorno del compleanno di Mr. Burns per calmare” i suoi “nervi scossi“. La band “ordinano” al “vecchio bastardo” di “andare all’inferno”, ma il signor Burns ribatte augurando che una morte dolorosa colpisca i Rolling Stones.

James Brown – St. 5, Ep. 7: James Brown appare al festival “Do What You Feel” e castiga gli organizzatori dopo aver scoperto che un palco è crollato perchè non aveva i doppi bulloni.

Robert Goulet – St. 5, Ep. 10: Robert Goulet è chiamato a suonare al casinò di Springfield, ma cade nella trappola e si ritrova a suonare sulla casa sull’albero di Bart, dove si esibisce conJingle Bells, Batman Smells“. Irato, colpisce Milhouse con il microfono.

James Taylor – St. 5, Ep. 15: Quando la missione nello spazio va storta a causa del rilascio di formiche sperimentali nella navicella, il cantante James Taylor consiglia a Homer come affrontare la situazione. Il suo consiglio peggiora il problema e lui fugge in fretta dalla NASA.

Tito Puente – St. 6, Ep. 25: Il jazzista latino Tito Puente viene assunto come insegnante di musica nella nuova scuola elementare di Springfield. Il suo cameo deve essere stato un sollievo per gli animatori. Dopo tutto, è solo una versione modificata del Kent Brockman.


Linda & Paul McCartney – St. 7, Ep. 5: Paul e Linda McCartney insegnano i principi del “vegetarismo” a Lisa



Paul Anka – St. 7, Ep. 6: Paul Anka e Lisa collaborano in un duetto per sconfigge le mascotte aziendali, diventate giganti, che attaccano la città. (Puntata speciale di Halloween)









No Doubt – St. 7, Ep. 20: Breve cameo nella puntata in cui Lisa acquista un myPod e diventa dipendente nello scaricare musica.

Sonic Youth – St. 7, Ep. 24: I Sonic Youth si fermano al Rock Music Festival Hullabalooza, dove Homer appare come fenomeno da baraccone: si fa colpire in pancia con una palla di piombo sparata da un cannone.

Peter Frampton – St. 7, Ep. 24: Peter Frampton suona al Rock Music Festival Hullabalooza, dove si esibisce Homer.

Cypress Hill – St. 7, Ep. 24: Cypress Hill suonano, al Festival dove Homer è un fenomeno, con la London Symphony Orchestra che in realtà aveva ordinato Peter Frampton.

The Smashing Pumpkins – St. 7, Ep. 24: la band è protagonista del festival Hullabalooza e anche della puntata, in quanto è l'”angelo custode” di Homer: offrono consigli riguardo al suo farsi sparare le cannonate nello stomaco.

U2 – St. 9, Ep. 22: U2 portano il loro concerto Popmart a Springfield dopo aver richiesto un cameo nello show.

The Moody Blues – St. 10, Ep. 10: Dopo essersi sposati a Las Vegas, Homer e Ned Flanders tentano di fuggire, ma sono inseguiti dai Moody Blues.


Cindy Lauper – St. 10, Ep. 11: Cyndi Lauper canta una canzone prima dell’inizio della partita degli Isotopi di Springfield. Tuttavia, questa canzone è stata censurata poichè diceva Hitler è un coglione.

Dolly Parton – St. 10, Ep. 12: Dolly Parton aiuta a fuggire di prigione Homer, facendo sciogliere la serratura con la sua forza extra-struccante. 

Elton John – St. 10, Ep. 14: Elton John fa un atterraggio di emergenza a Springfield Airport e incontrerà Apu.

Rick James – St. 11, Ep. 4 (Puntata di Halloween): Rick James appare brevemente in tv, esibendosi nella sua Superfreak. Dopo lo spettacolo viene arrestato.

Courtney Love.png
Coutney Love – St. 11, Ep. 4: Courtney è stata vista sul razzo che andava verso il sole per essere uccisa.


NRBQ – St. 11, Ep. 8: NRBQ costituiscono la colonna sonora mentre Homer è terrorizzato da Satana.

 
Britney Spears – St. 11, Ep. 12: Britney Spears consegna a Mr. Burns il premio per il cittadino più vecchio di Springfield dopo Cornelius Chapman, che è morto ricevendo il premio.

BTO – St. 11, Ep. 13: BTO sono costretti a suonare “solo la parte buona” di “Takin ‘Care of Businesspiù e più volte alla fiera dello stato.

Kid Rock – St. 11, Ep. 19: Terrorizzato che la sua vita finirà entro tre anni, Homer decide di partecipare ad un concerto di Kid Rock durante le vacanze.


Joe C. – St. 11, Ep. 19: Joe C. appare insieme a Kid Rock.

Ozzy Osbourne – St. 11, Ep. 22: Homer e Bart guardano uno show in cui Ozzy appare dicendo “Dove sono?”

The Who – St. 12, Ep. 2Springfield è divisa in due città separate da un muro, ma grazie al concerto degli Who i cittadini si riuniscono.


‘NSync – St. 12, Ep. 14: Gli ‘N Sync tentano di fermare un malvagio produttore musicale che vuole distruggere il quartier generale Mad Magazine. Ma non ci riescono.

REM – St. 13, Ep. 3: Infelice perchè la Taverna di Boe è diventato un locale di extra-lusso, Homer trasforma il suo garage in un bar e invita i REM a suonare.

Phish – St. 13, Ep. 16: Homer fa un raduno per la legalizzazione della marijuana ad uso medico. la band Phish è più che felice di sostenere la causa.

Elvis Costello – St. 14, Ep. 2: Homer va al Rock’n’Roll Fantasy Camp ed incontra diverse star della musica, tra cui Elvis Costello.

Tom Petty – St. 14, Ep. 2: Homer lo incontra al
 Rock’n’Roll Fantasy Camp

Keith Richards – St. 14, Ep. 2: Homer lo incontra al Rock’n’Roll Fantasy Camp

Mick Jagger – St. 14, Ep. 2: Homer lo incontra al Rock’n’Roll Fantasy Camp



Lenny Kravitz – St. 14, Ep. 2: Homer lo incontra al Rock’n’Roll Fantasy Camp


Brian Setzer – St. 14, Ep. 2: Homer lo incontra al Rock’n’Roll Fantasy Camp



Little Richard – St.14, Ep.7: Little Richard è il padrino nella cerimonia per la proclamazione dell’Insegnante dell’Anno.

Blink 182 – St.14, Ep. 11: Tony Hawk presenta a Bart i Blink 182.

 
“Weird” Al Yankovic – St.14, Ep.17: Marge recluta Al “Weirdper fare una serenata a Homer, dopo un battibecco coniugale.

 
David Byrne – St.14 Ep.18David Byrne produce canzone di Homer “Tutti odiano Ned Flanders.” La canzone è così esagerata che Homer viene esiliato dalla città.

Jackson Browne –  St.14, Ep.20: Jackson Browne duetta con Homer ad un barbecue in giardino in onore di Marge.

Brave Combo – St.15, Ep.15: Brave Combo suonano polka all’ Oktoberfest, celebrazione in cui Homer e Marge vengono completamente snobbati.

50 Cent – St.16, Ep. 9: 50 Cent partecipa ad un concerto di beneficenza.


Fantasia Barrino – St. 16, Ep.18: La vincitrice di American Idol diventa la concorrente di Lisa al Starmaker Li’l di Krusty.

Metallica – St. 18, Ep. 1: Metallica decidono di farsi portare in giro dal loro più grand fan, Hans “Uomo Talpa” Moleman. Con grande dispiacere di Otto.



The White Stripes – St.18, Ep.2: Dopo diverse inquadrature alternate a colpi di batteria tra Bart e i White Stripes, Bart va a sbattere contro di loro sulla strada.



Ludacris – St.18, Ep.22: Ludacris è apparso nell’episodio 400 compiendo due ruoli: il primo è il protagonista principale del film Menace Society Toothin cui interpreta un dentista (denominato “LudaCrest”), e il secondo come se stesso. 


Lionel Richie – St.19, Ep.1: Dopo aver salvato la vita al signor Burns, Homer si fa cantare una serenata da Lionel Richie mentre è in volo per Chicago.



Plácido Domingo – St.19, Ep.2: Homer incrontra Domingo dopo il suo lancio nella carriera operistica. Domingo scopre che ha una bella voce e duettano nello spogliatoio.

The Dixie Chicks – St.19, Ep.16: Le Dixie Chicks rubano una canzone da Lurleen Lumpkin, che Homer aveva già prodotto.

Jimi Hendrix  – St. 20, Ep. 2: Jimi Hendrix compare mentre canta a Woodstock.

Prince – St. 20, Ep. 4: Homer incontra e uccide Prince (puntata di Halloween)

Coldplay – St. 21, Ep. 11: I Coldplay sono costretti a suonare in un concerto privato per Homer e Bart dopo che Homer aveva vinto al lotto.

Kara DioGuardi & Randy Jackson – St.21, Ep.23: Boe diventa un giudice di American Idol con Kara DioGuardi & Randy Jackson.

The Flight of the Conchords – St. 22, Ep. 1:

The Flight of the Conchords sono i due responsabili del campo “Artsy”.

Katy Perry – St. 22, Ep. 8Katy Perry appare in una puntata speciale di Natale ne I Simpsons, in cui i personaggi non sono cartoni, ma burattini.

Lady Gaga – St. 23, Ep. 14: Lisa cerca di diventare una delle ragazze più popolari della scuola scrivendo un blog fittizio su di sé. Quando il suo piano fallisceLady Gaga corre in suo aiuto. Con la cantante Lisa e l’intera città di Springfield si rendono conto che essere se stessi è meglio che essere come tutti gli altri.

Green Day – The Simpsons Movie: il film dei Simpsons si apre con il concerto della nota band americana.

 

 

Nozze d’oro per i Beatles


Era il 5 ottobre 1962 quando a Liverpool iniziò la più importante rivoluzione musicale, attraverso la pubblicazione di Love me do, il primo singolo di quel gruppo musicale che ha fatto storia negli anni ’60: The Beatles.
I Beatles, dunque, compiono 50 anni. Nonostante il gruppo si sia sciolto e alcuni componenti siano scomparsi, Ringo Starr, John Lennon, Paul McCartney e George Harrison continuano a vivere nella storia della musica, continuano a suonare, continuano a influenzare la musica attuale.
Per celebrare l’anniversario, nonostante l’assenza di Paul McCartney e Ringo Starr, a Liverpool sono state organizzate manifestazioni ed eventi in onore dei quattro. Tra questi, il più importante è stato l’allestimento di un coro di 1648 persone che ha intonato Love me do: un coro da Guinnes World Record, riuscito e certificato ufficialmente. Il giorno dopo, 6 ottobre 2012, si è tenuto un grandissimo concerto tributo nel famoso Cavern Club, il locale dove i Beatles suonarono per la prima volta insieme, il luogo dove tutto ebbe inizio.
In questi giorni le strade di Liverpool erano gremite di fan provenienti da tutto il mondo, risuonavano constantemente le canzoni del gruppo, riprendono vita i luoghi d’infanzia di Lennon, Starr, Harrison e McCartney. Liverpool è diventata come una meta di un pellegrinaggio: un vero fan dei Beatles che non vi fa tappa, non può capire fino in fondo quanto i Beatles hanno fatto davvero la storia. Sono un mito di mezza età.

Jimi Hendrix moriva 42 anni fa

Il 18 settembre 1970, 42 anni fa, è morto Jimi Hendrix a causa di una overdose. Ha vissuto solo 27 anni, ma nonostante la sua breve carriera viene definito nel 2011 dalla rivista Rolling Stone uno dei più grandi chitarristi di tutti i tempi. Jimi era un musicista dalle doti eccezionali, al di sopra dei colleghi come Eric Clapton e Jimmy Page. Attraverso il suono della chitarra elettrica è riuscito a creare un sound innovativo: rock fuso ad armonie blues, funky e psichedelica. Inoltre è stato un autore di testi magnifici: indimenticabili sono Hey Joe, Purple Haze e Little Wing. Il suo stile e la sua musica non ha eguali, ma molte sono le sue influenze che si riscontrano nei brani contemporanei, come per esempio l’uso della distorsione con la chitarra elettrica. Anche l’aspetto selvaggio di Hendrix e il suo modo furioso di suonare la chitarra fanno di lui una vera e propria icona a cui ispirarsi. Hendrix viene ricordato soprattutto per l’esibizione di chiusura del festival di Woodstock nel 1969: il chitarrista suona l’inno nazionale statunitense in modo provocatoriamente distorto. Questa immagine è diventata il simbolo di Jimi Hendrix. Non solo: dopo l’esibizione afferma: “La gente piange se qualcuno muore, ma la persona morta non sta piangendo. Quando morirò voglio che la gente suoni la mia musica, perda il controllo e faccia tutto ciò che vuole”. Infatti la sua musica riecheggerà per l’eternità e lo ricorderemo per sempre.

Alex Baroni: 10 anni dalla sua scomparsa

Dopo tre settimane in coma, a causa di un incidente stradale in moto, Alex Baroni se n’è andato il 13 aprile 2002, lasciando un vuoto incolmabile: era un compositore e scrittore di brani straordinari, resi unici dalla sua voce con un timbro soul insostituibile, apprezzato da Pavarotti. Il cantantautore milanese è stato compagno della cantante Giorgia, la quale ha rivelato a Vanity Fair nel novembre 2011 di non aver mai superato la morte di Alex: “Piangevo perché avrei voluto morire anch’io, con lui”. A dieci anni dalla scomparsa di Alex, Giorgia, insieme ad altri 13 artisti, ha collaborato alla realizzazione di un album in onore del cantante intitolato Il senso… di Alex, presente nei negozi di dischi dal 20 marzo 2012. L’idea della creazione di questo progetto è nata dall’amico e produttore di Alex Marco Rinalduzzi, per onorare uno dei migliori interpreti ed autori degli ultimi 50 anni, poichè non era stato ricordato come dovuto. Il disco è frutto di un lavoro durato un anno e contiene 15 tracce, di cui la prima è un inedito di Alex: Arrivederci amore mio è un brano a cui Alex stava ancora lavorando per il nuovo album. Sicuramente un singolo non ancora maturo, non pronto per un album, non perfetto. Serve solo per ricordare la voce calda di Alex, che risuona anche nel secondo pezzo di questo disco-tributo E il cielo ti prese con sè, un duetto con Renato Zero fatto con la tecnologia digitale. Gli altri brani sono reinterpretazioni delle canzoni più note di Alex, eseguite da cantanti come Giorgia (naturalmente), Mario Biondi, Carmen Consoli, Claudio Baglioni e Noemi, che rivela: “Alex Baroni ci ha insegnato che il soul si può fare anche in italiano. È stato un onore cantare Cambiare.”. Tra gli interpreti compare a sorpresa Fabrizio Frizzi con Sei la mia canzone: anche lui voleva fare la sua parte in questo progetto in quanto suo amico e fan. Frizzi definisce l’album Il senso… di Alex come “un punto di riferimento per tutti coloro che non si sono rassegnati alla sua mancanza”. Inoltre Rinalduzzi aggiunge che “non esiste un senso per la morte di una persona così giovane, ma credo che Il senso… di Alex dia una ragione al lavoro fatto da questo ragazzo nella sua vita troppo corta”. Il tributo ad Alex non si limita a questo disco: il 2 maggio 2012 si terrà una serata in suo onore al The Place di Roma. Un evento che servirà a ricordare un cantante che non si è mai dimenticato: un modello di tecnica, di controllo vocale, di cantautore, a cui si ispirano molti giovani cantanti, come ad esempio Marco Mengoni. Ma Alex rimane insostituibile. Ciao Alex.

I 70 anni di Aretha Franklin

Aretha Franklin, soprannominata “The Queen of Soul”, perchè interpreta in chiave soul ogni pezzo che canta, rendendolo unico, compie oggi 70 anni.  Grazie alla sua voce straordinaria (ha un’estensione di quattro ottave) nella sua carriera vince ben 21 Grammy Awards; il 3 gennaio 1987 è la prima donna che entra a far parte della Rock and Roll Hall of Fame; la rivista Rolling Stone la inserisce nel 2004 al 9° posto della classifica dei 100 artisti più grandi della storia della musica. Nata nel 1942, cresce a Detroit insieme al padre, famoso predicatore battista nero, e due sorelle. Le tre cantano insieme nel coro gospel della chiesa del padre. Aretha si avvicina al mondo della musica in tenera età, tanto che già a 14 anni incide il suo primo disco, ma non ottiene molto successo. Inizia così ad esibirsi nei locali jazz di Detroit, dove viene notata dal produttore discografico John Hammond, il quale le fa firmare un contratto con la Columbia Records nel 1960. Ma le pontenzialità di Aretha non vengono dimostrate al 100%, poichè il contratto prevede un repertorio di solo jazz. Infatti, solo quando nel 1967 la cantante passa alla Atlantic Records, ottiene la notorietà internazionale mediante l’interpretazione di brani R&B. Non solo: Aretha diventa simbolo e orgoglio delle minoranze di colore negli Stati Uniti soprattutto con il brano Respect, scritto da Otis Redding. La canzone è divenuta inno dei movimenti femministi e dei diritti civili per i neri americani. La fine degli anni ’60 è il periodo clou di Aretha: dischi di platino, ogni disco in cima alle top ten, successo dei brani rock & roll, blues e gospel come (You make me feel like) a natural woman, Think, Baby I love you. Agli inizi degli anni ’70 inizia il declino della regina del soul, nonostante la collaborazione con Quincy Jones per l’album You, contenente Angel: un classico della musica soul. Nel 1982 incide Jump to you, che le restituisce popolarità. Nell’album troviamo duetti con artisti importanti, tra cui la canzone I knew you were waiting (for me) con George Michael. Nel 1998 ha sostituito Luciano Pavarotti, colpito da un malore, nell’esecuzione di Nessun dorma ai Grammy Award: una delle più celebri esibizioni live dell’artista. Inoltre Aretha il 20 gennaio 2009 ha cantato a Washington in onore dell’elezione di Barack Obama come Presidente degli Stati Uniti. L’artista ha anche lavorato nel cinema: nel 1980 ha interpretato al moglie di Matt “guitar” Murphy ed eseguito Thing nel film The Blues Brothers; nel 2000 partecipa anche nel sequel The Blues Brother – Il mito continua, interpretando il successo Respect. Nel 2010 le viene diagnosticato un grave tumore al pancreas, ma nel 2011 dichiara di aver sconfitto la malattia in uno show televisivo statunitense, annunciando anche l’uscita del suo nuovo disco A woman falling out of love. La sua ultima esibizione canora risale al 18 febbraio 2012: partecipa al Radio City Music Hall di New York eseguendo Respect, canzone simbolo della cultura nero-americana. Ancora oggi Aretha Franklin è ritenuta una delle voci più importanti della storia musicale. Artisti come Alicia Keys, Usher, Anastacia, Giorgia ed Elisa dichiarano di ispirarsi a lei. In onore dei suoi 70 anni la WDet, radio pubblica locale di Detroit, le ha dedicato un video di buon compleanno. Happy Birthday, Aretha.