I 70 anni di Aretha Franklin

Aretha Franklin, soprannominata “The Queen of Soul”, perchè interpreta in chiave soul ogni pezzo che canta, rendendolo unico, compie oggi 70 anni.  Grazie alla sua voce straordinaria (ha un’estensione di quattro ottave) nella sua carriera vince ben 21 Grammy Awards; il 3 gennaio 1987 è la prima donna che entra a far parte della Rock and Roll Hall of Fame; la rivista Rolling Stone la inserisce nel 2004 al 9° posto della classifica dei 100 artisti più grandi della storia della musica. Nata nel 1942, cresce a Detroit insieme al padre, famoso predicatore battista nero, e due sorelle. Le tre cantano insieme nel coro gospel della chiesa del padre. Aretha si avvicina al mondo della musica in tenera età, tanto che già a 14 anni incide il suo primo disco, ma non ottiene molto successo. Inizia così ad esibirsi nei locali jazz di Detroit, dove viene notata dal produttore discografico John Hammond, il quale le fa firmare un contratto con la Columbia Records nel 1960. Ma le pontenzialità di Aretha non vengono dimostrate al 100%, poichè il contratto prevede un repertorio di solo jazz. Infatti, solo quando nel 1967 la cantante passa alla Atlantic Records, ottiene la notorietà internazionale mediante l’interpretazione di brani R&B. Non solo: Aretha diventa simbolo e orgoglio delle minoranze di colore negli Stati Uniti soprattutto con il brano Respect, scritto da Otis Redding. La canzone è divenuta inno dei movimenti femministi e dei diritti civili per i neri americani. La fine degli anni ’60 è il periodo clou di Aretha: dischi di platino, ogni disco in cima alle top ten, successo dei brani rock & roll, blues e gospel come (You make me feel like) a natural woman, Think, Baby I love you. Agli inizi degli anni ’70 inizia il declino della regina del soul, nonostante la collaborazione con Quincy Jones per l’album You, contenente Angel: un classico della musica soul. Nel 1982 incide Jump to you, che le restituisce popolarità. Nell’album troviamo duetti con artisti importanti, tra cui la canzone I knew you were waiting (for me) con George Michael. Nel 1998 ha sostituito Luciano Pavarotti, colpito da un malore, nell’esecuzione di Nessun dorma ai Grammy Award: una delle più celebri esibizioni live dell’artista. Inoltre Aretha il 20 gennaio 2009 ha cantato a Washington in onore dell’elezione di Barack Obama come Presidente degli Stati Uniti. L’artista ha anche lavorato nel cinema: nel 1980 ha interpretato al moglie di Matt “guitar” Murphy ed eseguito Thing nel film The Blues Brothers; nel 2000 partecipa anche nel sequel The Blues Brother – Il mito continua, interpretando il successo Respect. Nel 2010 le viene diagnosticato un grave tumore al pancreas, ma nel 2011 dichiara di aver sconfitto la malattia in uno show televisivo statunitense, annunciando anche l’uscita del suo nuovo disco A woman falling out of love. La sua ultima esibizione canora risale al 18 febbraio 2012: partecipa al Radio City Music Hall di New York eseguendo Respect, canzone simbolo della cultura nero-americana. Ancora oggi Aretha Franklin è ritenuta una delle voci più importanti della storia musicale. Artisti come Alicia Keys, Usher, Anastacia, Giorgia ed Elisa dichiarano di ispirarsi a lei. In onore dei suoi 70 anni la WDet, radio pubblica locale di Detroit, le ha dedicato un video di buon compleanno. Happy Birthday, Aretha.

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...