63 anni fa nasceva il 45 giri

Il 45 giri: un dischetto nero pratico, maneggevole ed economico che ha rivoluzionato l’industria discografica e il mercato musicale. Il suo formato, infatti, ha permesso la vendita di singole canzoni di un artista, senza comprare necessariamente l’intero album.  Il 45 giri nasce nel 1945 negli Stati Uniti, paese ricco di case discografiche come la RCA e la Columbia. Nell’industria musicale esisteva già il 78 giri, ma il nuovo formato stava avendo un rapito successo, tanto che nel 1954 la vendita dei 45 giri supera quella dei 78 giri. Questo avvenimento consente di far crescere il mercato musicale, poiché si vendono milioni e milioni di dischi: si genera un vero e proprio business della musica.  Inoltre i dischi vengono anche comprati dai locali in cui c’è un Jukebox, che funzionava  utilizzando i 45 giri, facendo trasformare la musica in una fruizione di massa. Dunque in questi anni cambia il modo di creare e diffondere musica, perché si dà più importanza al lato economico: bisogna seguire i gusti del pubblico e proporre produzioni accessibili a tutti. Il 45 giri rispecchia le tendenze, le mode, i gusti dell’epoca: è simbolo della musica leggera e dei tormentoni dell’estate. Solo nel 10 gennaio 1949 questo supporto si diffonde in Italia, grazie alla casa discografica RCA Italiana (filiale della RCA statunitense) nata in quello stesso anno. Le prime registrazioni sul formato 45 giri sono le canzoni di Domenico Modugno e Nilla Pizzi. La RCA Italiana cresce maggiormente nel 1961 incidendo i 45 giri di Rita Pavone e Gianni Morandi. Oggi il 45 giri è non è più utilizzato, in quanto ci sono altri supporti (soprattutto digitali) che consentono di riprodurre il suono con una qualità maggiore. Il 45 giri rimane solamente un oggetto raro e da collezione.
Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...